Crisi finita?

Scritto il alle 10:35 da [email protected]

La crisi è veramente finita? O abbiamo solo abbandonato una delle fasi di mercato più brutte della storia finanziaria italiana?

Questo ad oggi non è dato sapersi, ma i valori dell’indice italiano a fine febbraio hanno aggiornato i massimi degli ultimi 2 anni e mezzo, anche se tecnicamente i prezzi non hanno superato la trendline ribassista che parte da fine 2009, il cui superamento potrebbe veramente segnare l’inversione del trend di medio lungo termine.

Ma ad oggi i prezzi oscillano in un ristretto range sui massimi di periodo che va dai 20.150/20.250 ai 20.500 punti, anche se i volumi in discesa indicano la possibilità che gli investitori prima di dare un ulteriore spinta ai prezzi vogliano vedere cambiamenti reali nell’economia del bel paese.

A questo punto inevitabile che il discorso cada sul neo Capo del Governo Matteo Renzi, “l’uomo delle riforme”, colui il quale taglierà le tasse, creerà occupazione e farà ripartire l’Italia, peccato che non sia stata data alcuna indicazione sul reperimento delle risorse necessarie. Inoltre, trattandosi dalla stessa misera maggioranza non legittimata dal popolo che ha impedito a Letta qualsiasi manovra, risulta veramente difficile credere a reali miglioramenti della nostra economia dettati da manovre politiche. Pertanto non condivido per niente l’ottimismo attuale sui mercati e se dovessi dar la mia view per le prossime settimane sarebbe sicuramente negativa, anche perché abbraccio in pieno la tesi di alcuni economisti che vedono un periodo di stagflazione prima di una reale e robusta crescita economica.

Tecnicamente nel breve termine in caso di chiusura giornaliera dei prezzi sotto i 20.150 punti mi aspetto uno storno del Ftse intorno ai 19.800/19.500 e in estensione ai 18.900, soprattutto se i timori legati alla situazione Ucraina-Russia dovessero aumentare e si dovesse arrivare al conflitto armato.

 

Relativamente alla mia view sui mercati valutari:

 

Sterlina/Dollaro

Rilevante la salita da inizio anno Febbraio 2014 che mette a segno quasi 5 figure di rialzo. Fintanto che sarà tenuto il livello di 1,6620/1,6630 il trend resterà long

Dollaro/Yen

Prezzi usciti dal triangolo che hanno ingabbiato il cross per tutto Febbraio primo target 100.70

Euro/Dollaro

Questo cambio è stato arginato per quasi due settimane tra i 1,37 e 1,3770 , dopo una falsa uscita ribassista da questo trading range e relativo rimbalzo sulla media a 30 periodi siamo tornati su, rompendo in alto fino a giungere in area 1.3825, nelle ultime ore rientrati sui livelli di trading range sopra citati. Il mio sentiment rimane comunque pro Euro.

 

Mai come in questo periodo il mercato valutario, relativamente ai cross major, stanno falsando le impostazione e le view basiche, pertanto cerchiamo di ridimensionare le size e non lasciarci ingannare dai primi movimenti di rottura   :wink:

Nessuno ci obbliga ad entrare a mercato, spesso il guardare la situazione da spettatore può esser inteso come un buon “gain”  :-)

 

Senza presunzione, spero di poter condividere le mie view con coloro che ne avran piacere.

 

Uramaki

 

___________________________________________________________________

Trader Torinese dal 2000, finalista e vincitore del Top of the Pop categoria Forex Rimini 2013 e finalista Milano 2013

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Il FITD (Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi) coprirà ancora almeno il controvalore di 100.000 euro? E c’è il concreto rischio del congelamento dei conti correnti? La proposta
Tra alti e bassi la borsa USA sta tenendo bene, come anche anticipato nell’analisi del COT Report pubblicata nei giorni scorsi. Molti lettori sono rimasti abbastanza “affascinati”
Per chi legge Icebergfinanza, l'assicurazione sui depositi bancari sotto i 100.000 euro è carta straccia da tempo, lo ha detto pure il presidente del fondo di tutela dei depositi, come
Ftse Mib: l'indice italiano tenta in apertura la rottura della trend line ribassista di breve periodo descritta dai massimi del 9 novembre e del 14 novembre e prova il test dell'importante r
I Paradise papers continuano a stupirci, non nel fatto che i ricchi come al solito sono quelli maggiormente portati a evadere le tasse o a trasferire i loro “sudati guadagni” dove si pag
Per chi non conosce la storia, la Notte dei lunghi coltelli   si riferisce a un episodio della storia medioevale dei popoli germanici che narra dell'agguato e della strage dei nobili
Oggi riprendiamo ad analizzare il nostro futures Italiano. I prezzi hanno seguito fedelmente il Battleplan Biennale fusion, ad eccezione dell’ultimo periodo. Pare che il primo Intermest
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2017 Setup Mensile: ultimo Ottobre (range 22021 / 22899 )
Ieri il nostro ministro dell'ottimismo, quello che negli ultimi tre anni sosteneva che il debito sarebbe crollato, di fronte all'ennesima esplosione del debito ha dichiarato... Il deb
Il Parlamento ha approvato ieri la legge sul whistleblowing. Chi denuncia irregolarità e illeciti nell’azienda o ente pubblico in cui lavora sarà tutelato. Non tutti sono d’accordo e i