Riflessione ed Analisi Eur/Aud in attesa del week end

Scritto il alle 11:59 da [email protected]

Quanta confusione ultimamente, sto facendo fatica a raccapezzarmi con tutte le info e news che vengono divulgate, a giustificare come se fosse un’anomalia (in effetti forse lo è ) la salita dei mercati.

Ovviamente qualsiasi persona sana di mente non può che restare sbigottita di fronte a questi numeri e con un contesto sociale che palesemente lamenta disagi quotidiani, il dubbio di tale ascesa non può che essere legittimo!

E se i numeri sui grafici facessero riferimento all’economia di un pianeta che si trova da qualche parte nello spazio e non ancora è stato scoperto… fa lo stesso :D cerchiamo pertanto di cavalcarli e non di credere che prima o poi i prezzi rispecchieranno l’economia reale… potremmo dover aspettare a lungo e, a quel punto, il nostro capitale rischierebbe di esser stato troppo eroso.

Tutti attendiamo uno storno importante sui mercati occidentali… ed è chiaro che prima o poi tutti avremo ragione ma il nocciolo della questione è “quando ?” “da quali livelli ?” personalmente non vedo segnale che possa indurre ad una inversione, quindi il mio sentiment resta al rialzo, pronto ad essere smentito nei prossimi 5 minuti ma, la mia view di mercato è paragonabile come ad una grande stazione dei treni, dove sfrecciano e sostano centinai di locomotive… ecco concentriamoci sui treni che passano velocemente senza salire su quelli che sostano o che alla fine ricevano comandi per tornare indietro ;)

Allego una piccola analisi su un cross che ha destato la mia attenzione nelle ultime ore:

EUR/AUD dopo il rally del 2013 dell’euro nei confronti del dollaro australiano, stiamo assistendo ad una fase di lateralità da inizio anno, che potrebbe portare alla formazione di un classico testa-spalle qualora i prezzi dovessero raggiungere e poi superare  con decisione la soglia di 1.50, che dopo esser stato una forte resistenza, ora sta fungendo da robusto supporto.

Inoltre la Banca centrale australiana, nonostante abbia espresso il proprio gradimento su una moneta debole, ha anche dichiarato che la stretta monetaria che ha portato la forte riduzione del tasso di riferimento al 2.50%, dovrebbe essere terminata e lascerà che sia il mercato a decidere le sorti della propria moneta.

Tecnicamente ci troviamo in un trend di breve discendente, con i prezzi che puntano l’area 1.50.

A quel punto solo un deciso superamento al ribasso potrebbe determinare l’inversione del trend di lungo e portar i prezzi prima a 1,45 ed in estensione/proiezione a 1.40.

Operatività :

–          Ingresso short ai livelli attuali con stop largo 1.532 o stretto 1.525, primo target 1.50, dove ci aspettiamo un piccolo rimbalzo; al superamento di 1.50 il target diventa 1.45/1.40.

–          Ingresso short al superamento di 1.50 con target 1.40

Long solo in caso di superamento di 1.55 con target 1.60

Felice week end a voi tutti !

Uramaki

 

___________________________________________________________________

Trader Torinese dal 2000, finalista e vincitore del Top of the Pop categoria Forex Rimini 2013 e finalista Milano 2013

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup Mensile: ultimo Marzo (range 21460 /
Stoxx Giornaliero Buonasera, situazione ciclica invariata per lo Stoxx. Ho lasciato ancora segnate sul grafico le ipotesi possibili che riguardano lo sviluppo dei cicli mensili.
DJI Giornaliero Buongiorno e ben ritrovati con il nostro appuntamento mensile sul Dow Jones. Diverse le novità cicliche che marzo ha portato sullo storico indice americano, partia
Mercati colpiti duramente dallo scandalo della privacy sui social network. Ma non dimentichiamo il neo protezionismo e la guerra diplomatica contro la Russia. Ma siamo sicuri che sia propr
Oggi vorrei parlare di numeri e criptovalute, sia per fare una breve riflessione su quello che sta succedendo in queste ultime settimane, sia per vedere qualche curiosità degli ultimi 1
Il Fondo Monetario Internazionale bacchetta l’Italia perché la spesa pensionistica è troppo alta a scapito di quella assistenziale che viceversa è troppo bassa. Nel V rapporto sul Bilan
Sempre più spesso nelle strade italiane si vedono circolare auto con targhe straniere (Romania, Bulgaria e Svizzera sono le più diffuse). Turismo in crescita? Non proprio. E' l'ultimo truc
Nella nuova sezione del blog ABBONAMENTO VIEW GIORNALIERA EURO DOLLARO, descrivo in dettaglio le caratteristiche di questo nuovo servizio, che molti utenti di questo blog mi ha
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono semplici pareri personali dell’autore, con
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espressi all’interno del presente articolo sono semplici pareri personali dell’autore, con